Come cuocere il Freekeh

Tre metodi di cottura del grano verde

Il Freekeh viene utilizzato per preparare piatti a base di pesce, carne, verdure e per i dolci. in questo articolo vedremo i tre principali metodi di cottura di questo cereale.

TRADIZIONALE

Tempo di cottura: 15 minuti

Inizia lavando il FREEKEH in acqua fredda per 2-3

Versa il FREEKEH in una pentola e copri con acqua fredda

Porta ad ebollizione a fuoco vivo e riduci leggermente la potenza del fornello così da non "stressare troppo il freekeh"

Aggiungi un pizzico di sale e lascia cuocere, girando il freekeh di tanto in tanto con una forchetta.

Lascia cuocere fino a quando tutta l’acqua di cottura sarà assorbita dal cereale.

Questo metodo di cottura, predilige olio a crudo e burro. Viene utilizzato per preparare insalate fredde, primi piatti veloci con verdure saltate, per dolci proteici che hanno il freekeh come base e per piatti unici. 

Questo metodo di cottura è utili per chi non ha molto tempo da dedicare alla preparazione dei propri pasti e preferisce cucinare più di un pasto.

Il freekeh così cotto può essere conservato in frigo per tre giorni. E’ consigliabile non condire il freekeh  e conservare il cereale in un contenitore adatto alla conservazione degli alimenti.

PILAF

Tempo di cottura: 20 minuti

Se hai mangiato il riso Pilaf, ti sorprenderà sapere che anche il freekeh può essere cucinato con questo metodo di cottura. 

Pilaf deriva dal persiano “pilaon” cioè “riso bollito”.

E’ un metodo di cottura facile e veloce dalle origine molto antiche: un tipo di preparazione tradizionale, davvero semplicissima, tipica nella cucina mediorientale in particolare turca, e non come spesso si pensa indiana

Sappi che il freekeh predilige questa tecnica di cottura. 

Ecco come procedere per cucinare il freekeh pilaf alla perfezione:

Inizia sempre lavando il FREEKEH in acqua fredda per 2-3 minuti.

Per preparare il freekeh pilaf ti servirà una pentola con del brodo vegetale o di carne e una padella in cui cuocerai il freekeh.

La cottura pilaf avviene per assorbimento, un po' come si fa per il cous cous.

Inizia facendo rosolare, olio o burro, in padella con un pò di aromi, aglio, cipolla e un gambo di basilico (usa altri aromi a tuo piacimento).

Versa il freekeh in padella e fallo tostare con gli aromi per circa 2 minuti a fuoco medio.

Nell’altra pentola avrai preparato il brodo, vegetale o di carne, versalo nella padella in cui hai fatto tostare il freekeh. 

Un consiglio: per risparmiare tempo, scalda il brodo separatamente, allo stesso tempo in cui il riso sta rosolando. In questo modo il brodo non impiega molto a bollire quando si va a cuocere il freekeh.

La quantità di brodo deve essere circa il doppio di quella del cereale. 

Copri con un coperchio e lascia cuocere il freekeh per circa 20 minuti, senza mai mescolare e a fuoco medio

Ricorda che per un ottimo freekeh Pilaf l’importante è non scoprirlo mai sino a che tutto il liquido è stato assorbito.

Alla fine non ti resterà che sgranare il freekeh con una forchetta e aggiungere a piacere una piccola quantità di burro o olio per poterlo mantecare.

Questa cottura predilige verdure, spezzatino, curry e spezie orientali. 

RISOTTO

Tempo di cottura: 20 minuti

Quando si parla di risotto si parla al cuore dell’italia. 

Ti piacerà sapere che il riso è arrivato in Europa solo lo scorso secolo.

Le ipotesi sono tre: importato dai veneziani nei loro scambi con l’oriente; introdotto dagli arabi in Sicilia durante la colonizzazione dell’isola; portato dai nuovi dominatori spagnoli a Napoli appena dopo la conquista. 

Nel corso degli anni è stato utilizzato nella cucina povera e addirittura dalla scuola di medicina salernitana per curare la dissenteria. 

Poi come spesso accade nelle nostre storie di cibo “tradizionale” accade qualcosa. Qualcuno decise che era il caso di coltivare il riso anche in Italia.

Cosi nacquero nel nord della penisola italica molte risaie.

Da italiani vogliamo omaggiare il riso e proporvi il freekeh in versione “risotto”.

Inizia sempre lavando il FREEKEH in acqua fredda per 2-3 minuti.

Prepara un brodo vegetale e una volta cotto non spegnerlo, diminuisci la potenza del fuoco e lascialo andare per tutto il tempo che aggiungerai il liquido al freekeh.

Questo perché non vogliamo che il cereale subisca uno shock termico con un brodo troppo caldo o freddo. 

Prepara una padella con una noce di burro e della cipolla taglia finemente. 

Aggiungi il freekeh e fallo tostare per due tre minuti.

Questo passaggio è molto importante perché renderà il freekeh ancora più gustoso esaltando il retrogusto della nocciola. 

Aggiungi un mestolo di brodo per volta e coccola il “freekeh-risotto” girandolo di tanto in tanto in senso orario. Man mano che il cereale assorbe il brodo aggiungi piccole quantità per volta.

Il freekeh-risotto sarà pronto quando il cereale avrà raggiunto la stessa consistenza.

Ricorda che il freekeh come il riso non scuoce. 

Noi vi consigliamo di sostituire questo cereale al riso utilizzato per prepara il risotto alla Milanese o un semplice e gustoso risotto allo zafferano, ma sappiate che può essere utilizzato praticamente in tutti i tipi risotto come sostituto del riso. 

Un consiglio fondamentale: come direbbe lo Chef stellato Bruno Barbieri:

Per mantecare un buon risotto è sempre meglio utilizzare un elemento grasso e ghiacciato, come il burro oppure un olio freddo. Lo shock termico renderà il vostro piatto più cremoso.

Bruno Barbieri

Articoli correlati...

SUPERFOOD

info@argasrl.com

Milano 20145

Via San Bernardino Telesio 2

Scopri di più sul Freekeh sui social