Perché i Superfood sono così super?

Scopriamolo insieme

Le origini

Prima di tutto bisogna specificare che non ci sono paramentri a cui riferirsi o definizioni scientifiche provate per descrivere e classificare esattamente i superfood. Oltreoceano il termine superfood compare nel dizionario Merriam Webster la cui prima edizione è uscita nel 1882 ed è il più noto e venduto in America, in Italia la definizione la fornisce la Treccani: entrambe danno una definizione simile. Nei dizionari sopra citati, i superfood vengono definiti alimenti super ricchi di sostanze nutrienti come fibre, acidi grassi essenziali, vitamine e antiossidanti che apportano grandi benefici. Una categoria di prodotti alimentari che sono sempre più ricercati per ottenere una salute ottimale, benessere ed equilibrio per il corpo e la mente. Tuttavia a livello scientifico non vi sono ancora dati certi e le proprietà tanto decantate vengono messe in discussione in quanto lasciano dei margini interpretativi ampi e discutibili. Per quanto riguarda le leggi il termine superfood attualmente non è stato regolamentato e questo lo rende vulnerabile agli utilizzi di marketing più disparati. Non vi sono definizioni precise per determinare cosa appartenga alla categoria dei superfood e cosa no, a proposito di questo l’American Heart Association ha dichiarato che i superfood non fanno parte di un gruppo specifico di alimenti. Per tale motivazione parlando di letteratura scientifica si possono avere solo poche indicazioni ma niente di preciso ed è stata vietata l’indicazione superfood sulle etichette degli alimenti in commercio. Molti nutrizionisti non utilizzano questo termine proprio per evitare che si vengano a creare aspettative superiori a quelle reali nei propri pazienti, mentre descrivono esattamente i benefici che questi alimenti apportano alla difesa dell’organismo contro le malattie, ad esempio.

Cibi sani con alti valori nutrizionali

È molto importante che si comprenda come non si stia parlando di alimenti magici ma di cibi sani e che contengono un’elevata concentrazione di nutrienti indispensabili per il benessere della persona in ogni suo aspetto. Tale chiarimento è fondamentale per la difesa del consumatore che, in passato, è stato ingannato da campagne di marketing in cui si è utilizzato il termine superfood per aumentare le vendite. Le persone infatti, spesso prediligono un cibo piuttosto che un altro semplicemente per la pubblicità che ne viene fatta o per la scritta altisonante superfood stampata in primo piano senza però fare attenzione al reale contenuto della confezione. Una leva psicologica potente che è stata prontamente bloccata dalle normative di legge emesse al riguardo eliminando tutte le forme di speculazione. In alcuni casi infatti, si è visto reclamizzare un alimento del tutto normale, se non addirittura dannoso per la salute, evidenziandolo con la definizione di superfood dicendo che tale cibo avrebbe potuto sconfiggere il cancro, migliorare la capacità cerebrale, aumentare la memoria e perdere peso. Tali benefici in parte sono reali ma quello che non è stato specificato è che questi alimenti sono utili per la prevenzione di tali disturbi e malattie.

Perfetti per dimagrire e da inserire in una dieta

Una persona che segue uno stile di vita sano con esercizio fisico moderato e costante, una dieta alimentare equilibrata e l’utilizzo di superfood consente di ottenere risultati sorprendenti con un netto miglioramento della propria salute e di conseguenza anche dell’umore. Se invece, il soggetto in questione, ha una vita sedentaria e non segue un’alimentazione corretta ma piuttosto ricca di eccessi e cibo spazzatura, l’integrazione con alimenti superfood non daranno risultati soddisfacenti in quanto non sono pozioni magiche. Quindi il solo nome superfood può non valere niente nemmeno se applicato al migliore degli alimenti, se questi non vengono assunti da persone che seguono un insieme di regole sane ed una vita rivolta al benessere. Il termine food con aggiunta di super può indurre a pensare ad un super eroe degli alimenti che risolve tutti i problemi acquisiti con abitudini sbagliate e questo non è affatto corretto. Per fare un esempio chiaro possiamo riferirci ad un alimento prima indicato come superfood e poi smentito, ovvero l’avena integrale istantanea. Questo cereale è stato posto in primo piano e pubblicizzato come alimento miracoloso ricco di nutrienti, invece sembra proprio che sia tutt’altro che sano e viene paragonato al pane bianco in quanto a dannosità. Il problema sta nella produzione rapida di zuccheri che innalzano i livelli dei glucidi nel sangue stimolando la resistenza insulinica, l’aumento del peso e l’insorgenza del diabete.

Scopri come i Superfood possono aiutarti ad aumentare la massa muscolare e a perdere peso: Ottieni subito sei ricette facili e gustose per rimanere in forma

Articoli correlati...

SUPERFOOD

info@argasrl.com

Milano 20145

Via San Bernardino Telesio 2

Scopri di più sul Freekeh sui social

mangia
sano

Inserisci la tua mail per ricevere subito 6 ricette facili e gustose con il Freekeh, per rimanere in forma e mantenere il giusto apporto proteico